Lettera da un ex alunno

28 Maggio 2013

Lettera ricevuta in occasione della Festa dei 40 anni

Carissima Sig.ra Ielo (o per noi piccoli Sig.ra Agazzi) Carissime Insegnanti, Carissimi Bambini

Scrivo queste due righe per il rammarico di non poter essere li con Voi a festeggiare il 40esimo compleanno della mitica Scuola Agazzi e per portare una testimonianza di quanto questa Scuola abbia significato per il mio sviluppo e la mia crescita.

Io ho dei ricordi vivissimi di tante care persone a cui mando il mio più sentito saluto e ringraziamento per tutto ciò che hanno fatto al fine di farmi sempre sentire a casa. Evito i nomi per non dimenticare qualcuno ma certamente non posso non ringraziare la Famiglia Ielo e Dina che mi hanno cresciuto come un figlio.

Si, forse la cosa più evidente che emerge nei miei ricordi è quello di essere stato in una seconda casa in cui ci si sentiva voluti bene e dove ci si divertiva nel pieno rispetto delle regole e dell'educazione.

Oggi sono passati veramente tanti anni ed io, che sono stato uno dei primi "clienti", posso raccontarvi di come noi piccoli di allora, vediamo crescere i piccoli di oggi ed è bello vedere come nonostante il tempo, la struttura e le tecnologia (ai miei tempi non c'erano nè internet nè cellulari e poca tv) lo spirito di questa scuola ed il frutto dell'impegno e della dedizione della Famiglia Ielo sia rimasto sempre lo stesso.

Oggi ho 43 anni e sono padre di tre bellissimi bambini (7 anni, 4 anni e 6 mesi) a cui racconto sempre le storie delle avventure di "marcolino" un bimbo vivace che ogni tanto ne combinava delle belle ed alcune di queste proprio nella mitica Scuola Agazzi.

Un caro saluto ed abbraccio dal Vostro Marco.

Marco De Paola, alunno

Milano, 28 maggio 2013

Top